28 febbraio 2015

Miscellanea: E il mio pensiero va a te







“ Non dimenticare mai la mia allegria e lo stupore che ti procurava. “ (bitw)


E ti penso e ti vedo seduta con lo sguardo alla finestra mentre assapori in quel cielo la libertà. Quanta tenerezza in quegli occhi sognanti che si accendevano solo al volo di un uccellino o al fremere di una fronda d' albero. Non ti ho mai sentita lamentare o sospirare per i limiti che il tempo ti aveva imposto. Facevi del tuo vivere tutti i giorni un rito composto e dignitoso. Mai hai dimostrato frustrazione o malinconia, le uniche richieste insistenti erano rivolte alla voglia di vederci mentre ci alternavamo nello starti accanto. Eravamo il tuo unico universo, accettando che ormai la vita non poteva darti altro che la nostra presenza e il nostro affetto. Tutto questo ti bastava e noi stupite dalla tua esigenza solamente affettiva abbiamo fatto ciò che tu facesti a noi, dedicandoti tutto, sacrificando tutto. Ricordo il viso che s' accendeva come un sole quando entrando in camera ti parlavo e quella contentezza semplice e sincera era il premio più gradito. Abbiamo dato anni di tempo a te che avevi la mente fresca e funzionante a discapito della tua autonomia. Eri come un cucciolo nei bisogni, ma con la forza di una tigre che lottava insieme a noi per rimanere su questa terra. E tutte le volte che mi chiedevi di spostarti dove batteva il sole, vedevo il tuo viso distendersi e gioire, rigenerata dal suo calore e dalla sua luce. Mi si stringeva il cuore perché in quei momenti era come se ti ricaricavi di vita col sorriso che si formava sulle labbra. Adesso sei tu un vento caldo che mi carezza e mi consola. 
– rosalba:23/02/2015 -
 

26 febbraio 2015

Poesie: E ci sei e altre poesie






" E tu rimani ancora dove i miei occhi si illuminano di te, dove l'attimo si perde nell'eternità." (bitw)



E ci sei



E ci sei ancora, con un respiro che mi allarga il petto
che s' espande lungo questo arcobaleno incredibile,
luce della felicità che squarcia le tristezze,
che prendi forma prepotente nel baleno di un lampo.
- rosalba -




Con te



Con te, sotto le coperte che odorano di noi
col calore della notte ancora che non si stacca
e la luce che s' affaccia indiscreta come a spiarci.
Mi fai spazio in un abbraccio da cui io non esco mai
coi miei capelli insolenti che ti solleticano il viso
in una stretta delle braccia che ubriaca l'anima.
Allunghiamo le gambe intrecciandole mollemente,
cullati da un'ineffabile indolenza.
Resta ancora un po' sospeso tra la mia voglia di te
e la tua eterna dolcezza che trabocca dalla pelle.
Voglio confondermi in te,
scordarmi che ho un corpo.
perchè io ormai ti abito dentro,
sono nei tuoi occhi dove rimarrò
per tutto il tempo che avranno luce per guardarmi.
E quando la tua testa si adagerà nella curva del mio collo,
allora, le mie mani trasuderanno miele.
- rosalba -



Sogno disperato


Abbracciami ancora, sogno disperato
che mi hai lacerato le vesti 
graffiando le gambe nude. 
Correvano forte le mie gambe 
per raggiungere scale armoniche 
e musiche sconosciute 
che incorniciavano giorni di burro 
e notti incantate.
- rosalba – 




 Vivo per sempre



Non voglio perderti così come i giorni
Rubano l’attimo a chi si è distratto.
Non voglio fare del mio amore il tempio
Ne il simulacro di antichi ricordi.
Voglio far nascere gemme,virgulti,
fecondar la terra perché accolga i semi
dell’ armonia e della perseveranza.
Il tempo incalza e fende la falce,
io non lo temo, di lui prendo il meglio,
corro col vento e mi fo’ trasportare
là nel tuo cuore dove trasformo
tutti i minuti e le ore in cristalli,
dove il mio tempo non può sgretolarli,
dove il tuo viso ha soltanto il tuo nome.
- rosalba -




Notti amiche

 
Sospesa nella calma piatta delle mie notti amiche
quando il sentire si acuisce e i pensieri corrono in aiuto
abbraccio la mia pace e me ne faccio scudo
lontano dalle leggi del mondo.
Allora tu ci sei quando il mio percorso si fa incerto
quando il silenzio ti riporta discretamente sui miei passi.
E assaporo la felice consapevolezza, vibrazioni che rimbalzano,
mi riporti nei tuoi regni di quiete, e io ti sono vicina
felice e rassegnata, perché di te io non spreco niente. 
- rosalba -