31 luglio 2016

Miscellanea: Vuoti dell' anima, sensazioni





“ Dicono che i sogni possono appassire, io dico che un sogno rimane indelebile. Il collante sta nel cuore e nel crederci. “ (bitw)

Io sono un cinico, amareggiato, tormentato, sono Max, l’ eterno annoiato. Sono talmente a soqquadro che stravolgo ogni cosa e la marino così non sono  costretto ad affrontare la realtà. Questa rompi balle di realtà che s’affaccia a salutarmi ogni volta che apro gli occhi. Sono un pidocchio del pensiero, ma non mi ci applico più di tanto a causa di quanto detto sopra. Son bello e in gamba e ci so pure fare e piaccio alle donne, si cacchio, sapeste come cavolo piace alle donne il tipo che rappresento, quotidianamente, in questa giungla d' asfalto. Mi cercano, non tanto per l' aspetto interessante, per il fisico, ma per il mio modo d’ essere, d’agire e se le sfuggo m’ inseguono. A volte mi dico: “ma queste sono proprio matte, che ne so, schizzate, psicolabili, contorte, fragili, facili, cornute, baldracche, psicologhe, analiste, cacchio che si se fanno chilometri a piedi per venirmi a cercare fin davanti l'uscio di casa. Non posso più rispondere al telefono, né posso presentarmi sui social net perchè si crea panico e, da subito, la fila come quando ci sono gli sconti 3x2 al supermercato. Ma vi rendete conto che sono stato costretto a cancellarmi da tutti i social? E m’ annoio sempre di più, sono perseguitato dalla noia, ho fatto una soffiata ai g-men dicendo che la noia era nel giro dello spaccio di stupefacenti, ma niente, che strano non se la sono bevuta, mi hanno riso in faccia e preso anche per matto, uno mi voleva spedire alla neuro e il secondo dice: “ ma è medico, forse, specializzato pure in psichiatria” e il primo: “ e che cacchio c’ entra “. Non sia mai, psichiatria, brrr, mi vengono i brividi! Meno male che mamma e papà mi hanno lasciato benestante, ho ereditato millesettecentodue appartamenti, naturalmente, li tengo tutti affittati in nero, tanto chi lo viene a sapere, tranne gli ultimi due, dove abito sei mesi l' uno e sei l’ altro, così non ci annoiamo troppo e nessuno dei due appartamenti si prende collera. Sono stato costretto ad assentarmi per lunghi periodi dal lavoro, le colleghe e le dipendenti mi correvano dietro e mi perseguitavano, molto di più quando mi comportavo da cinico. I colleghi? facevano la spia ai superiori e bofonchiavano tra loro: " che palle! questo sta sempre amareggiato ". Poi, stranezze della società moderna, in base al curriculum fui promosso a primus inter pares e gli spifferi finirono. Tutti sorrisi e fiori freschi, a poco a poco però, per legittima convenienza, feci sostituire i fiori con confezioni di caffè quello che più lo mandi giù e più ti tira su, l’uccello. Mi è rimasta sul computer solo la chat e le amiche di sempre che mi lasciano messaggi asfissianti, assetate di sesso, nessuna ormai conosce più la privacy, a volte ho la sensazione che questa mezza sega di privacy, l’abbiano inventata per togliercela del tutto. Ieri entrai in un supermercato con la consonante lunga lunga e gli occhi, questi miei occhi, assassini, impudichi, cinici, amareggiati, tormentati, annoiati, si posarono su delle confezioni di wurstel, erano grossi e ricurvi come salsicce e subito pensai, osservando la giovane dietro il banco, “ mi piacerebbe guardarti mentre godi penetrandoti con questo porcellino ricurvo, mia bella porcellona”. Lessi il suo pensiero che recitava pressapoco così: " ti piacerebbe brutto porco? Piacerebbe anche a me, ma non posso perchè devo servire tutta questa gente rotta in culo che è in fila. Ci vediamo scemo ". Me ne tornai a casa più bastardo di quando ne fossi uscito e senza aver comprato un cavolo di niente. Molto spesso sento un vuoto dentro, giù, nel profondo, nell' intimo, fino in fondo l’ anima, boh! Mi prenderò un lansoprazolo da 30 mg. e passerà tutto. E dirò, in video, a una delle tante: “ sono in preda alla noia, dai chiudiamo ” e quella mi risponderà: “ no, ma che dici, aspetta “ e in quattro e quattr' otto si denuderà e, senza che nuova un dito, mi scoperà a distanza con l’aggiunta di vocalizzi e gorgoglii. L’ importante però è che mantenga sempre un atteggiamento distaccato, annoiato, cinico, tormentato, amareggiato, questo attira le donne, solo questo e se mi verrà chiesto di esporre in visione il mio uccello, converrà che anch' esso, assuma un atteggiamento distaccato e tenga la cappella rivolta verso un punto indefinito della stanza e mai in primo piano, allora i gorgoglii e i vocalizzi aumenteranno, all' infinito. Ho dovuto tenerlo tre mesi a lezione privata e ora il mio uccello ha imparato benissimo a recitare la parte  del cinico, dell’amareggiato, del tormentato. In quella del tormentato è proprio un attore da oscar ed è la parte che recita meglio rispetto alle altre. Dell’ annoiato, non tanto, perché lo è sempre, dalla mattina alla sera. Ma il comico non era superiore al tragico? Mah! Cacchio, quel vuoto lo sento ancora più dentro, più giù, più giù, fino al fondo dell’ anima ed è proprio come un vuoto dell' anima. Che mi debba preoccupare? Forse farò bene quando rientrerò in ospedale, dalle ferie, a sottopormi a una seria e attenta gastro colonscopia. Non si scherza mai con i vuoti dell'anima. 
– ilprincipedellemaree:16/08/2014(diritti riservati) -
 

Nessun commento:

Posta un commento