4 agosto 2016

Miscellanea: Magica donna nera

 
 

 


“ Questa la verità, i nostri sguardi si amano ancora. “(dal blog: Ad un passo dai Sogni di Nair)

 
E dopo che l’autunno scivolerà nell’inverno e l’ aria si raffredderà, scalderemo i cuori alla fiamma del camino, così hai detto, ricordi? Suvvia corri, vieni a danzare con me black magic woman, ora che, senza un perché, sei rinata nella mente; dove sei magica donna nera, perché non mi giri attorno? Non darmi le spalle, non darmi i fianchi, voglio solo labbra, umide e calde, quelle labbra che hai fatto scivolare su me, sul mio corpo nudo, sempre e solo tuo. Il nostro incontro è stato come ricevere un pugno nello stomaco. Tu hai scelto, hai voluto, hai raccontato e io ti ho seguito col pensiero e ti sono entrato pian piano dentro, sempre più giù, nel fondo; non ho resistito, ti dovevo avere, volevo tutto, volevo te; l’ ho fatto ed è scattato quel non so che, quel maledetto congegno che mi ha portato a te, sempre più dentro; il cerchio s' è chiuso, eravamo noi, lì, l' uno per l' altro. Mi ha stravolto il racconto della tua vita, pericolosamente simile al mio; mi sono rivisto in te, come fossi riflesso in uno specchio d’ oro, tante relazioni non ricambiate, vissute con follia, la tristezza del loro sfinimento; l’ effetto reciproco, fantastico che ci ha ricordato cose ormai scordate, che ci ha fatto proiettare in un’ estasi dimenticata; la freschezza dell’ amplesso più sfrenato e spinto, più bello, più travolgente, più incosciente, più eccitante.  ... “ Prendi una magica donna nera. Prendi una magica donna nera. Ho avuto una magica donna nera, mi ha accecato talmente che non riuscivo più a vedere che è una magica donna nera, sta cercando di tramutarmi in diavolo. Girati verso di me, donna, sì, non darmi le spalle, donna, smetti di prendermi in giro con i tuoi trucchi, non darmi le spalle, donna, potresti trovarti a raccogliere le mie bacchette magiche. Lancia il tuo incantesimo su di me, donna! Sì, hai lanciato il tuo incantesimo su di me, donna, hai tramutato il mio cuore in pietra; ho tremendamente bisogno di te donna magica, non posso lasciarti andare “. ...  Mi sono rivisto in te quando hai detto: “Ti voglio e ti voglio tutto, ma solo per me”. Ho tremato e quando mi hai detto: “Poi t' innamorerai e col tempo, vedrai, mi stancherò ”, mi è parso che tutto questo potesse realmente accadere. Ho avuto quasi paura dei miei sentimenti, magica donna nera, m' attiravi nella tua ragnatela dorata e io fremevo per il desiderio, ti volevo tutta, paradossalmente fuggendo, ma fuggivo dal timore dell’ intrigo e non mai da te; la voglia del mio giovane corpo era piacevole e mi turbava, il fermo desiderio di guardarmi nel fondo della mia intimità mi scuoteva positivamente, giocavo a nascondermi da me stesso ma tu non volevi capire, non potevi accettare e così ti ho perduta. Ti ho pensato, ti ho cercato, sempre spinto da quell' attrazione incontrollata, dalla voglia sfrenata di te, di sottometterti, di vederti sazia solo a guardarmi negli occhi, i miei occhi profondi. Ci penso spesso e m' inebrio di questa personale fantasia, nel saperti piena e pronta a esplodere solo nel guardare la mia anima nuda. Sei tornata e ora ti ho dentro la mente, ci sei, sei come un tarlo che s' è incuneato fino nel profondo, magica donna nera, dai, ti prego, danza per me, balla con me, cerca d’ intrufolarti in me, nella mia intimità, portami, in breve all’ estasi. Sappiamo entrambi che amore senza sesso non esiste. Io mi abbandono sospeso nella mia voglia di te; io voglio che tu goda di me, fantasticando con la mente su di me, magica donna nera; cos' è che mi cattura? cosa sei per me? Pongo queste domande, lo chiedo tutti i giorni e non mi rispondo perché so solo che ti voglio tutta, che sei un pensiero ricorrente che mi cattura la mente, inspiegabilmente, che mi fa struggere di desiderio, d’ ambiguità, di quel desiderio impellente, intrigante, che solo tu mi puoi e sai dare; sei il chiodo fisso e impazzire mi fa la voglia che ho di te, di donarmi completamente. Mi trasmetti brividi lungo la schiena; desiderami solo con la mente e la mia ti si donerà, magica donna nera; accarezzami con le tue dita affusolate e io ti donerò tanto, tutto, senza pensare al domani; fammi chiudere gli occhi sentendo il piacere vibrare dentro me; io posso viverti, completamente, ora; dammi solo baci, quei baci che mi condurranno fino a te, ho tremendamente bisogno di te mia donna magica, non posso lasciarti andare black magic woman, corrimi incontro, dai.  
- ilprincipedellemaree: 23/04/2016(diritti riservati) -
 
 

Nessun commento:

Posta un commento