11 agosto 2017

Poesie: Malinconico autunno e altre poesie

 
 
 
 
“Devo riuscire a catturarle tutte
in questa notte di San Lorenzo.
La lista dei Desideri è lunga”
(dal blog: Ad un passo dai Sogni, di Nair)
   
 
Malinconico autunno


Mi arrendo alla gelida malinconia
che veste sempre l' abito più bello
con un cappello nero a falde larghe
e la velina sulle labbra rosa.
Una sirena nel silenzio suona
quasi a distrarre tutto il mio torpore
io che sussurro e imploro di lasciarmi
mentre di baci strazia la mia pelle.
Il nostro amore è stato amor fugace
che dura solo il battito dell' ali
di quegli uccelli che migrano lontano
dalla triste malinconia di questo autunno.
- ilprincipedellemaree: 19/09/2008 -


Splendore nell'erba

E mi distesi fra i tuoi seni freschi
poggiando le mie labbra sulle tue
con le dita sfiorai le sopracciglia
e mi fermai sulle tue tempie rosa
discesi ancor più giù sopra i due lobi
poi giù fino a sfiorar la gola.
Così rimasi immobile a guardarti
e ti condussi in fondo al cuore mio
posai le mani sul tuo petto
e tu mi amasti splendida creatura
nascosti lì nell' erba profumata.
- ilprincipedellemaree: 30/09/2008 - 

 
Pensiero

Corro nel vento
in questo vento
fresco del mattino.
Corro come il vento
che oggi
ha spazzato il cielo
e lo ha reso di cristallo,
limpido come il pensiero
di me appena sveglio
che implora il vento
di soffiare e spingerlo
fin dentro i tuoi pensieri.
- ilprincipedellemaree: 29/10/2008 -


Amare

Mi doni il respiro,
quel flebile soffio poggiato
sulla scapola nuda
che rimbalza sul collo.
Mi doni il tuo bacio,
bagnato di pioggia
che ogni mattino
affidi alle labbra.
Ma non vivo l' amore
graffiato sui muri,
gridato per strada,
urlato alla luna
che mi sfonda la mente.
- ilprincipedellemaree: 25/04/2008
 

Il grigio degli occhi

Ti parlo senza dir parole
ma solo con i suoni della musica
e col colore dei miei occhi grigi,
altro non voglio.
Ascolta i silenzi
ascoltane i suoni
e il grigio dei miei occhi.
Solo questo ti chiedo.
- ilprincipedellemaree: 19/11/2008


Le perle del Sud

Sono rimasto a parlare col Vulcano
col mare e con le stelle
e con l' ultima luna
grande, arancione,
di notte, col barcaiolo
dai piedi scalzi, immensi
che parea quasi Polifemo
e mi sono estasiato
di quell' immenso splendore.
- ilprincipedellemaree: 29/08/2008

 
(i diritti d' autore di questa pagina sono riservati)
 
 


2 commenti:

  1. La bellezza colora sempre le tue parole
    Il mio abraccio
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le tue gentili parole e ricambio perché mi piacciono i tuoi scritti e il tuo blog nel suo insieme. Buonanotte

      Elimina