31 dicembre 2015

Miscellanea: Quei suoni dentro di me

 






“ Tutto ha inizio nei tuoi occhi, dove la mia ragione affonda  in un mare di dolcezza.(bitw)"


In questo mattino, ancora caldo e silenzioso siedo ad ascoltare i suoni di ieri; avrò sempre mani e cuore da regalare, ma il tintinnio dei giorni andati è ancora presente, si trascinano in caduta libera per far posto a quel che arriva. Scorrono immagini, altre si affacciano, non è il nuovo che ride a chi spera, ma la ricrescita delle idee, la forza di esserne certo ancora! E questa quiete, troppa, questa quiete invadente, esagerata, lacera il silenzio, vestita a festa e ancora profumata col bavero alzato dietro la nuca. Questa quiete vestita come si deve, ammiccante, imprevedibile, civettuola e infida, mi agita tutta. Mi ricorda, formale e pedante, di cibarmi delle opportunità, di quei frutti acerbi che crescono alti, che fremono turgidi e vorrebbero essere colti prima che la maturità li renda sterili. Sorride cadenzando il passo come a imprimermi il ritmo, mi scuote dall’ immobilismo, mi distrae dalla pigra contemplazione; allo stesso tempo m’ induce al dubbio, quello che ti fa crescere radici profonde, che t’ immobilizza nell' apatia e nell' indolenza. Questa calma, oggi, mi molesta, non l' ho certo invitata io, l' ascolto, ma non la vivo e non le cedo il passo, la faccio solo sfilare, sentendone gli stimoli. Ed è solo quando il mondo si ferma che riesco ad avvertire la mia musica lontana, quei suoni dentro me, con il sorriso sulle labbra. Solo nella pace io so ascoltare e mi dimentico delle ingiurie, di tutto ciò che mi è stato tolto e vivo il giorno con la libertà tra i capelli, con la dimensione appagante del libero sentire e fare. Ma ora aspetto l'attimo, la giostra adesso gira veloce e tutto si dissolve intorno, anche il dolore si disperde nella corsa. Fuggono i cavalli insieme ai miei pensieri e tutto gira, velocemente, per impedirmi di vedere. No, non vorrò mai che si fermi.
- blowing_inthe_wind: 05/01/2016(diritti riservati) -

 

9 commenti:

  1. Risposte
    1. Ciao piccina, tutto quel che desideri e un felice, dolce anno nuovo.

      Elimina
  2. Massimo, hai chiuso l'anno con una poesia incantevole...
    Auguri Massimo.
    Auguri anche a Rosalba.
    Che questo nuovo anno vi sorrida e vi porti tanta serenità.
    Un forte abbraccio.
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri Cristina, e a tutti un abbraccio circolare!

      Elimina
    2. A te Nair auguro di andare con la mente sempre più lontano, molto lontano, con i tuoi capelli "da zingara" pettinati dal vento e ti auguro di tenere fortemente stretti, i tuoi cari, tutti in un abbraccio. A me dona i tuoi pensieri scritti con intensità nel tuo blog, in special modo le parole che ami postare con l'iniziale in maiuscolo, quelle sono le più profonde.

      Elimina
    3. E a te Massimo, il mio pensiero arriva come un fuoco d'artificio, scoppiettante, caldo e pieno d'allegria!

      Elimina
    4. Per dindirindina il tuo fuoco d' artificio, scoppiettante, caldo e pieno d' allegria si è conficcato proprio al centro del mio cuore.

      Elimina
  3. Delicatissime le parole complimenti, Buon inizio 2016
    Maurizio

    RispondiElimina
  4. Non è farina del mio sacco! E l'immedesimarsi nelle semplici parole del poeta ed è quel che desidero mi sia concesso nel prossimo anno. Ti auguro ogni bene.

    RispondiElimina