23 aprile 2016

Miscellanea: Ancora

 
 



“ Io ti scrutai la fronte e gli occhi grandi e aspettai che si facesse notte.” (bitw)

- Ancora -
 

Restami di foglie fruscio per le mie orecchie,
caldo tepore di pelle che trasuda
sensazioni madide di fatica dolce.
Sgocciolano dagli alberi lacrime di resina
e avvolgono e impregnano quel cuore solitario
che è crocifisso al cavo della sua corteccia.
Vienimi dentro allo sbocciar dell'alba
quando tutto il silenzio parla della vita.
Mi vesto, poi mi spoglio per tornarti acerba
quando germogli aspri riuscivo a regalarti
con la sfrontatezza che ti rendeva fertile.
Volavo e non sapevo che sarei arrivata
così tanto vicina al disco incandescente.
Restami ancora fuoco che arde e non consuma
raccoglimi dalla terra come un fiore,
e inebriami di musica tutte le volte
che sento di appassire piegata come un giunco.
Restami di profumo forte e prepotente
quello che ci bagnava come foglie nuove
quello che ancora sento, quando muove il vento.
- Rosalba:23/04/2016 (poesia, pubblicata, diritti riservati) -
 
E' da troppo tempo che sono lontana dalle tue braccia, ed è ormai giunto il momento che ritorni, non posso rimanere nel buio a cercarti, a gioire ed emozionarmi d’ immagini che scorrono veloci e ricorrenti c0me in un film. C' è un punto da dove tutto riparte nella spirale dei ricordi, che si riavvolge a ritroso e mi riporta al presente, quello che ho qui, quello che desidero. E ci sei di nuovo, la tua andatura sicura e la tua figura prepotente che mi cattura; io ti corro incontro e t' abbraccio con impeto mentre aspetto la tua composta reazione che poi esplode arrendendosi alla mia esuberanza. Sento il tuo scioglierti e vedo cadere uno ad uno i tentativi di frenarmi, lo sai io sono un' onda che travolge, non mi guardo intorno, ne trattengo le mie pulsioni. Mentre ti stringo e t' afferro il viso con le mani, cerco gli occhi e la bocca per baciarla e solo allora mi fermo e ti restituisco al mondo. Camminiamo, parlando piano, sorridendo di ogni piccola cosa, mi ripeti che sono un uragano, ma è così che mi vuoi, come se ti fosse mancata quella fisicità di cui avevi bisogno da bambino e che io ti restituisco oggi con gli interessi. Ogni mio gesto, ogni mio sguardo, ogni attenzione ti trasmette amore e tu sei come una carta assorbente che si riempie di me. Certo sono lunghi questi giorni e si colorano sempre, virano al sole delle nostre esperienze, ma non cambia quella spinta, quella gioia che riappare anche di fronte alle difficoltà. Tu sei il mio faro e io la tua luce, non possiamo esistere separati, è la nostra più grande debolezza. Mi fai camminare con le mie gambe anche quando incontro percorsi ardui e pericolosi, guidandomi con saggia discrezione. E io ascolto la tua voce calda che recupera il mio spirito ribelle e mi sorridi quando sbaglio, alla fine m’ accuccio sulle tue ginocchia e mestamente ti dico che avevi ragione, tu sei la mia ragione. Amo la tua ingenua freschezza che non invecchia come il tuo viso, che stride con la saggezza che mi affascina e mi stupisce sempre. Ho sempre creduto che fossi eterno come una quercia, indistruttibile, che il tempo eri tu ed io le lancette del tuo orologio ed è così anche ora. La struggente tenerezza che fuoriesce dalla corteccia lignea della tua persona è come una perla rara concessa a pochi ed è tutta mia. Io sono l' unica depositaria di una dolcezza dedicata a pochi e il fardello prezioso della tua esistenza. Lo dico con vanto e determinazione perché io ti sento e tu mi fai sentire tale, sempre. Solo io so ascoltare le tue paure ostentate e con la mia allegria so spazzarle e regalarti il sorriso e la sicurezza, solo tu conosci me, il mio essere eterna bambina innamorata della vita e di te. Solo noi ci culliamo nella follia quando il buio si affaccia e tutto intorno vorrebbe sorridere di noi. La forza sta nel crederci, nella capacità di ascoltarci e di saper che un giorno nascemmo per crescere insieme e amore sempre amore si crea e si ricompone. Non è banale ciò che dico, io l' ho vissuto veramente e vorrei regalarlo ad altri questo amore, a chi si inventa o ha paura di quantificare questa parola o a chi ha creduto di averlo e poi si sbagliava o a chi dice che tutto finisce e non sa che un' energia potente non si dissolve mai. Ti rimane addosso come una seconda pelle e ti proteggerà fino alla fine dei tuoi giorni.
- blowing_inthe_wind: 24/04/2016(diritti riservati) -

 

5 commenti:

  1. Hai aperto la cassaforte della memoria e hai reso pubblico questo magnifico dossier ... io mai ti commento ma è solo per dirti che sono fiero di averti scelto come mia partner, in questo viaggio tra i colori dell' anima.

    RispondiElimina
  2. Grazie compagno mio delle emozioni e di tutti i colori dell'anima che troppo spesso ci si dimentica di osservare, io sono altrettanto fiera di scoprirne l'ineffabile bellezza con te.

    RispondiElimina
  3. Commento solo per dire che non trovo le parole. Bello sentire l'anima svelarsi in ogni parola, virgola, sintagma. Grazie.

    RispondiElimina